Riduzione del limite di utilizzo del denaro contante dall’1.7.2020 – Credito d’imposta sulle commissioni per pagamenti elettronici

Proroga versamenti per i contribuenti che svolgono attività per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA)
Giugno 25, 2020
Corrispettivi telematici – Novità del DL “Cura Italia” e del DL “Rilancio”
Giugno 30, 2020

A partire dall’1.7.2020, il limite all’utilizzo del denaro contante si abbasserà dagli attuali 2.999,99 eu­ro a 1.999,99 euro.

Tale limite resterà operativo fino alla fine del 2021. Dall’1.1.2022, infatti, il limite diventerà di 999,99 euro.

Per le violazioni commesse e contestate dall’1.7.2020 al 31.12.2021 il minimo edittale sarà pari a 2.000,00 euro (e non più a 3.000,00 euro). Per le violazioni commesse e contestate a decorrere dall’1.1.2022, invece, il predetto minimo edittale sarà ulteriormente abbassato a 1.000,00 euro.

Per le operazioni effettuate nei confronti di turisti stranieri, resta applicabile il regime di deroga che consente l’utilizzo dei contanti fino a 15.000,00 euro, nel rispetto delle previste condizioni.

A decorrere dall’1.7.2020 si applica inoltre il credito d’imposta del 30% in relazione alle commis­­sioni addebitate agli esercenti per i pagamenti elettronici tracciabili effettuati da consumatori finali.

Allegati

File
pdf 27.2020