Riduzione del limite di utilizzo del denaro contante dall’1.1.2022 – Nuovo limite per i cambiavalute – Sanzioni per mancata accettazione di pagamenti tramite POS

Detrazioni “edilizie” – Comunicazione dell’opzione per la cessione del credito o lo sconto in fattura – Novità del DL 11.11.2021 n. 157 (c.d. decreto “Antifrodi”) – Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate
Gennaio 13, 2022
Legge di bilancio 2022 (L. 30.12.2021 n. 234) – Principali novità
Gennaio 13, 2022

A partire dall’1.1.2022 il limite all’utilizzo del denaro contante si abbasserà dagli attuali 1.999,99 euro (soglia di 2.000,00 euro) a 999,99 euro (soglia di 1.000,00 euro).

Per le violazioni commesse e contestate dalla suddetta data il minimo edittale sarà pari a 1.000,00 euro.

Si completa, così, una progressiva riduzione della soglia relativa all’utilizzo del denaro contante che, a partire da quella di 3.000,00 euro, ha previsto un passaggio intermedio, che ha avuto inizio l’1.7.2020 e che si concluderà con la fine dell’anno, connotato dalla soglia di 2.000,00 euro (e, quindi, dal limite all’utilizzo del denaro contante di 1.999,99 euro). Dall’inizio del 2022, invece, come detto, la soglia sarà pari a 1.000,00 euro ed il limite sarà di 999,99 euro.

La riduzione da 2.000,00 a 1.000,00 euro della soglia relativa all’utilizzo del contante è esclusa per l’attività svolta dai cambiavalute. Per tale attività, a decorrere dall’1.1.2022, sarà ripristinata la soglia di 3.000,00 euro.

Per le operazioni effettuate nei confronti di turisti stranieri, resta applicabile il regime di deroga che consente l’utilizzo dei contanti fino a 15.000,00 euro, nel rispetto delle previste condizioni.

Allegati

File
pdf 31.2021