DL 30.4.2019 n. 34 (c.d. “Decreto Crescita”) conv. L. 28.6.2019 n. 58 – Novità in materia di “saldo e stralcio degli omessi versamenti”

L’art. 1 co. 184 – 198 della L. 30.12.2018 n. 145 (legge di bilancio 2019) ha introdotto una speciale “rottamazione dei ruoli” intestati a persone fisiche che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica, derivanti da omessi versamenti di imposte e contributi dichiarati, circoscritta ai ruoli consegnati agli Agenti della Riscossione dall’1.1.2000 al 31.12.2017 (c.d. “saldo e stralcio”).

Il beneficio consiste nello stralcio intero delle sanzioni amministrative e degli interessi di mora nonché in uno stralcio delle somme a titolo di capitale in funzione dell’ISEE del nucleo familiare del debitore.

Per effetto delle novità previste in sede di conversione del DL 30.4.2019 n. 34 (c.d. “Decreto Crescita”) nella L. 28.6.2019 n. 58, è stato prorogato dal 30.4.2019 al 31.7.2019 il termine di presentazione della domanda di “saldo e stralcio”.

Di seguito si riepilogano i tratti essenziali dal “saldo e stralcio”, precisando che essi non sono stati modificati dal predetto intervento normativo, e tenendo presente che:

  • è possibile, entro il 31.7.2019, integrare domande già presentate, aggiungendo ruoli o carichi non compresi nelle precedenti;
  • le domande già presentate utilizzando il modello “SA-ST”, ma successivamente al precedente termine del 30.4.2019, sono considerate valide;
  • non sembra possibile, con la domanda da presentare entro il 31.7.2019, revocare la domanda presentata entro il 30.4.2019.

Allegati

File
pdf 29.2019